Chi siamo Servizi Partners e Associates Dove siamo Utilita Assistenza Clienti

Breviario di Economia e Finanza Attraverso le parole

In questa sezione trovi la definizione di alcuni termini di uso comune nel campo dell'Economia e della Finanza.


Cerca parola:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W Z Tutte  

Lettera R
Raccolta

Operazione bancaria passiva che può dividersi in raccolta diretta e indiretta. La raccolta diretta è l'aggregazione dei depositi della clientela sotto forma di libretti di risparmio, conti correnti, certificati di deposito, assegni circolari; emissione di titoli obbligazionari propri. La raccolta indiretta invece riguarda titoli di credito e altri valori, non emessi dalla banca depositaria, ricevuti dalla stessa in deposito a custodia, amministrazione o in relazione all'attività di gestione di patrimoni mobiliari. Non costituendo impegni diretti della banca, non sono evidenziati nello stato patrimoniale. (Il Sole 24 ore 31-08-2011)

Ragioneria Generale

La Ragioneria Generale dello Stato - che dipende dal Ministero dell'Economia - è l'organo di supporto e verifica per Parlamento e Governo nelle politiche, nei processi e negli adempimenti di bilancio ed ha come principale obiettivo istituzionale quello di garantire la corretta programmazione e la gestione delle risorse. Le è delegata la certezza e l'affidabilità dei conti dello Stato, la verifica e l'analisi degli andamenti della spesa pubblica.
Fu sostituita nel 1869 per volontà dell'allora Ministro delle Finanze Cambray Digny.

(il Sole 24 Ore 31-08-2011)  

Ragioni di scambio

Cosa sono le ragioni di scambio (Rds)? Sono il potere d'acquisto del''export di un Paese in termini dell'import dello stesso Paese. Le Rds sono calcolate come rapporto fra il prezzo medio dell'export di un Paese e il prezzo medio del suo import: danno quindi la quantità di export necessaria per acquistare una data quantità di import. Quando aumenta il prezzo dell'export rispetto a quello deIl'import si dice che le Rds migliorano; viceversa - per esempio quando aumenta il prezzo del petrolio importato - le Rds peggiorano.

La variazione delle Rds ha effetti sul reddito, sulla bilancia commerciale e sull'inflazione di una nazione:

·      muta il potere d'acquisto del reddito prodotto da una nazione; per esempio se le Rds migliorano quella nazione potrà comprare più import con la stessa quantità di export;

·      cambiano le pressioni sui prezzi; le Rds peggiorano con l'aumento dei prezzi dei beni importati (l'import è usato nei processi produttivi e quindi l'aumento del suo prezzo spinge sui costi);

·      varia il saldo della bilancia commerciale; se le Rds aumentano (diminuiscono) il saldo migliora (peggiora).

Che cosa provoca i cambiamenti delle Rds? I mutamenti del cambio, dei prezzi internazionali delle materie prime o del nostro export.

(L'economia in 100 parole - Il Sole 24 Ore  14-01-2012)

 

 

RALLENTAMENTO ECONOMIA

Il tema del debito sovrano in Europa, e non solo, è legato al rallentamento dei mercati. Un'economia che non cresce "produce" minori entrate (ricchezza) e impedisce di ri-pagare gli interessi sul debito. Così, questo diventa insostenibile e facile preda della speculazione. (Il Sole 24 Ore 24-08-2011)  

Rapporto rata/reddito (Loan to income)

Indicatore sulla sostenibilità di un mutuo, il loan-to-income consente di valutare se il cliente sarà in grado di far fronte anche in futuro al pagamento delle rate o se non è già al momento della richiesta in condizione di sottoscrivere il contratto. Si tratta di un indice che utilizzano le banche prima di concedere il prestito. Un dato che va considerato con attenzione, specialmente nei casi dei contratti a preammortamento lungo o dei cosiddetti balloon (Vedi). (Tutto Mutui - Il Sole 24 Ore 07-01-2012)

Rapporto sulla finanza

Il rapporto sulla finanza pubblica dell'Unione fissa ogni anno il quadro raggiunto dai budget dei singoli Stati membri con un'analisi della portata delle misure correttive messe in campo per garantire la sostenibilità del debito. Il documento, oltre all'analisi di impatto delle misure e della loro correlazione con l'andamento del mercato secondario dei titoli di debito, indica i nuovi criteri di sorveglianza che la Commissione metterà in campo.

 (Il Sole24 Ore 13-09-2011)

Rating

Valutazione complessiva del quadro grafico e quindi della tendenza di un titolo. La scala di valutazione oscilla tra 1 (tendenza ribassista) e 5 (tendenza rialzista).(Borsa Italiana S.p.A. - 12 luglio 2012)

Realmoney

La locuzione anglosassone «realmoney» viene utilizzata per definire una categoria di investitori che impiega il proprio denaro (non quello preso a prestito da altre fonti o utilizzato per conto terzi) come fondi pensione, compagnie assicurative, fondi Comuni o altri soggetti istituzionali. In pratica è un sinonimo di investimento stabile

 

nel lungo termine e si contrappone invece al cosiddetto «fast money»

 

(Il Sole 24 Ore 18-10-2011
Recessione

La recessione è una fase dell'economia, caratterizzata da livelli di attività produttiva più bassi di quelli che si potrebbero ottenere usando completamente e in maniera efficiente tutti i fattori produttivi a disposizione. Tecnicamente si parla di recessione quando il Pil reale diminuisce, andando in territorio negativo, per almeno due trimestri consecutivi. Se alla mancanza di crescita si affianca anche l'inflazione, si parla di stagflazione.

(Il Sole 24 Ore 22-12-2011)

Reclamo

Il reclamo diventerà il passaggio obbligatorio per contestare gli avvisi di accertamento emessi dal 1° aprile del prossimo anno se la maggiore imposta contestata dall'agenzia delle Entrate non supererà i 20mila euro. In sostanza, si tratta di "anticipare" alla controparte le ragioni per le quali si ritiene infondato o illegittimo l'avviso di accertamento. A questo punto se l'ufficio accoglie le ragioni del contribuente l'atto può essere annullato, anche in parte. Se l'Agenzia resterà sui suoi propositi, potrà a sua volta formulare una proposta di «mediazione». Fallito anche questo tentativo, fisco e contribuente si daranno appuntamento davanti al giudice tributario.

(Il Sole 24 Ore 25-07-2011)

 

 

Redundancy pay

È la liquidazione a cui ha diritto il lavoratore britannico che è stato impiegato per almeno due anni e viene licenziato o non ha il contratto rinnovato. Il pagamento, fissato per legge, dipende dalla durata dell'impiego, dall'età del lavoratore e, naturalmente, dal salario. Mediamente il redundancy pay ammonta a poche migliaia di sterline. In caso di mancato pagamento, il lavoratore può presentare ricorso a un Tribunale del lavoro.

(Il Sole 24 Ore 27-10-2011)

Refarming

Il refarming è un termine tecnico con il quale si intende, nel campo della telefonia mobile, il passaggio da una tecnologia a banda "stretta" (il vecchio Gsm) a una a banda larga (Umts, Wimax oppure l'Lte). Nel sistema di regole per l'asta delle frequenze liberate dalle televisioni e pubblicate in maggio dall'Agcom, l'attività di refarming sarà uno dei punti-chiave e riguarderà in particolare la banda a 1.800 Mhz e la sua migrazione verso le nuove tecnologie di comunicazione. L'Italia è stato uno dei primi paesi europei a fare il refarming, tra 2008 e 2009, della banda a 900 Mhz. (Il Sole 24 Ore 30-08-2011)

Repo

I «repo» (dall'inglese «repurchase agreement», accordi di riacquisto) sono operazioni pronti contro termine. Vengono utilizzati dalle Banche centrali per la conduzione di operazioni di politica monetaria e di credito infra giornaliero. Si tratta sostanzialmente di prestiti garantiti: la Bce acquista titoli da una banca, accordandosi però per rivendere gli stessi titoli ad una data prefissata (l'operazione è generalmente di brevissimo termine, con scadenza settimanale). Per la durata dell'operazione, la Bce ha i titoli a garanzia del prestito, mentre la banca commerciale ottiene un credito per il quale versa un tasso di interesse detto «repo». La Bce organizza settimanalmente delle aste «repo» per collocare liquidità e rifinanziare le banche nel breve periodo. Acquistando titoli contro euro, la Bce ha così la possibilità di aumentare temporaneamente la liquidità in circolazione.

 

(Il Sole 24 Ore 30-09-2011)

 

Resistance (Resistenza)
Viene definito come un livello sul grafico che si oppone alla crescita dei prezzi ed in prossimità del quale l'offerta dei venditori risulterà essere maggiore rispetto alla domanda degli acquirenti. Al superamento del primo dei livelli di resistenza indicati le attese sono per il proseguimento del rialzo verso il livello successivo. (Borsa Italiana S.p.A. - 12 luglio 2012)
Resistenza

Con questo termine si indica il livello al quale un prezzo in tendenza crescente interrompe la propria salita a causa di una forte concentrazione di vendite. Il suo omologo «opposto» è il supporto. Cioè, livello al quale un prezzo in tendenza discendente interrompe la propria discesa a causa di una forte concentrazione di acquisti.

(Il Sole24 Ore 08-09-2011)



Totale : 38 Pagina 1 di 3:1|2|3|-->Succ



Studio Simonazzi - Viale Solferino, 28 - 43123 Parma
Tel. +39 0521 257161 - Fax +39 0521 257223

Links utili
Seminari ed eventi
Job Opportunities
Contatti
English version

ACCESSO AREA RISERVATA
Inserire i dati richiesti per accedere all’area per le aziende con informazioni e documenti riservati.



ACCESSO AREA AZIENDE IN VENDITA
PROCEDURE CONCORSUALI IN CORSO
INVESTMENT OPPORTUNITY

Questo sito utilizza cookie, per saperne di più clicca qui. Cliccando su ok accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.