Chi siamo Servizi Partners e Associates Dove siamo Utilita Assistenza Clienti

Breviario di Economia e Finanza Attraverso le parole

In questa sezione trovi la definizione di alcuni termini di uso comune nel campo dell'Economia e della Finanza.


Cerca parola:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W Z Tutte  

Lettera V
Valore nozionale

Con la parola nozionale si indica il valore dell'attività finanziaria cui è legato un contratto derivato. Ad esempio, per uno swap sui tassi di interesse, il valore nozionale è il capitale su cui sono calcolati gli interessi scambiati dalle controparti. Rispetto, invece, al future su di un indice di Borsa - contratto nel quale le operazioni di vendita o di acquisto sono espresse in termini di valore di ciascuna delle «unità» che compongono l'indice (ad esempio in un contratto che fa riferimento a un indice pari a 132 si fissa un prezzo unitario per ciascuna delle 132 «unità» che lo compongono) - il valore nozionale è calcolato come prodotto tra il valore unitario dell'indice e il numero di unità dell'indice cui si riferisce il contratto stesso.

 

(Il Sole 24 Ore 25-08-2011)

VALUE TRAP

«Value trap», in italiano la trappola del valore. Si tratta di una condizione caratteristica di quelle situazioni in cui, per situazioni differenti, un titolo o un settore sono sottovalutati. Al di là delle differenze legate al singolo comparto, o alla particolare azienda, una società è sottovalutata quando, per esempio, tratta al di sotto del valore unitario in un multiplo quale il Price to book value. In una simile situazione, gli investitori pensano che il titolo sia sottovalutato e che, quindi, possa essere un'interessante opportunità di acquisto. Tuttavia si può  finire , per l'appunto, nella «trappola del valore». Cioè, indipendentemente dai fondamentali della società, il mercato può pensare che il titolo debba essere prezzato anche al di sotto del valore considerato "cheap". Risultato? Le quotazioni   restano schiacciate.

(Il Sole 24 Ore 02-08-2011)

Variable Annuity

La variable annuity (VA) - in italiano "rendita variabile" - è una polizza assicurativa a contenuto finanziario rispetto a prodotti già esistenti, quali le polizze unit linked. Le variable annuity si propongono l'ambizioso obiettivo di proteggere, pur consentendo piena libertà all'investitore nella scelta del fondo "unit" su cui investire (obbligazionario, azionario). Il meccanismo prevede la vendita all'investitore di una garanzia assicurativa in maniera diretta e separata rispetto al fondo " unit", e in maniera estremamente trasparente. In pratica, la garanzia ha un certo costo chiaramente esplicitato dall'assicuratore, che copre l'investitore da uno o più dei seguenti rischi: 1)  morte dell'assicurato;

2)  scatto contrattuale predeterminato ( per esempio dopo 5, 10 e 15 anni);

3)  scadenza contrattuale (per esempio al 20mo anno);

4)  stacco di "cedole" in momenti predeterminati;

5)  rischio longevità ("longevity risk"), attraverso l'assicurazione di una vendita vitalizia di importo predeterminato.

La copertura consiste nell'assicurare il capitale investito ( e/o, come detto, una rendita), e a volte anche una certa rivalutazione, fissa oppure variabile. Ovviamente, più la garanzia è alta ( in termini di importi) e/o estesa (in termini di eventi coperti, tra quelli elencati), più esse risulterà costosa per l'investitore.

(Il Sole 24 Ore - Tutto Polizze  24-12-2011)

 

 

 

 

 

 

 

Vendite allo scoperto "nude"

L'operazione (in inglese, naked short selling, o naked shorting) consiste nell'acquisto da parte di un operatore (ovvero questi si impegna a fare l'acquisto) di un certo quantitativo di titoli, prima di venderli a breve; si tratta però di titoli la cui disponibilità sul mercato non è certa. Sono operazioni illegali o vietate (nei vari mercati regolamentati), tuttavia a causa di discrepanze fra i contratti cartacei e le procedure elettroniche, o a causa di "buchi" nella logica elle stesse procedure, le vendite allo scoperto nude continuano ad esistere. Le ragioni dei divieti su queste pratiche risiedono nel fatto che esse danno ai "manipolatori" la possibilità di forzare i prezzi di determinati titoli indipendentemente dalle ordinarie regole della domanda e dell'offerta. (vedi anche: http://www.investopedia.com/terms )

Vies

Il Vies (Vat information exchange system) è un sistema di scambi automatici tra le amministrazioni finanziarie degli Stati membri della Ue. Attivo dal 1993, la finalità del Vies è il controllo delle transazioni commerciali in ambito comunitario e dei soggetti passivi Iva. In pratica, si consente agli operatori commerciali titolari di una partita Iva che effettuano operazioni intracomunitarie, di verificare la validità del numero di  identificazione Iva dei loro clienti.

(Il Sole 24 Ore 02-08-2011)

Volatilità storica

La Volatilità storica si calcola con la formula matematica utilizzata anche per il calcolo della deviazione standard, che in pratica evidenzia la media degli scarti tra rendimenti giornalieri ed il rendimento medio giornaliero.In altri termini la volatilià mostra l'ampiezza delle fluttuazioni del prezzo di un titolo in un certo intervallo di tempo. È una misura del rischio associato all'investimento: quanto maggiore è la volatilità tanto più elevato è il rendimento atteso. A differenza del coefficiente Beta, che misura la propensione di un titolo a variare in funzione del mercato (rischio sistematico), il coefficiente Alfa mostra la propensione di un titolo a variare indipendentemente dal mercato (rischio specifico). Ad un alfa positivo corrisponde quindi la capacità di un titolo a generare reddito in linea capitale in modo autonomo, mentre a un alfa negativo corrisponde la tendenza di un titolo ad andare incontro a perdite indipendentemente da quello che può essere l'andamento di mercato.(Borsa Italiana S.p.A. - 12 luglio 2012)

 

Voto capitario
Il voto capitario, nel diritto societario, consiste nella regola per cui ogni socio è titolare di un singolo voto indipendentemente dal numero delle azioni possedute o rappresentate.  È un tratto tipico delle banche popolari, dove ogni socio ha diritto a un voto in Assemblea, indipendentemente dal valore della propria quota di capitale sociale, mentre nelle  società per azioni i voti sono attribuiti in proporzione al numero di azioni possedute da ogni socio. (Il Sole24 Ore 21-06-2011)
Vulture fund

Letteralmente «fondo avvoltoio»: si tratta di fondi comuni, soprattutto americani, specializzati nell'investimento in società fallite o che stanno affrontando un impegnativo piano di risanamento e di ristrutturazione aziendale.
Il business dei vulture fund è quello di comprare, a prezzi stracciati, titoli di società vicine al default che nessun altro oserebbe toccare. Poi passano all'incasso con tutti i mezzi possibili, anche portando i debitori in tribunale.
Il rischio per i vulture fund è altissimo, ma nei casi in cui riescano a risollevare le sorti delle società target possono realizzare grandi profitti. Anche alcuni fondi pensioni americani (per antonomasia un investimento tranquillo, non speculativo), per garantire ai loro aderenti interessi a doppia cifra, in passato hanno acquistato quote di vulture fund, diventando di fatto loro finanziatori.

(Il Sole 24 Ore 31-08-2012)


Totale : 8



Studio Simonazzi - Viale Solferino, 28 - 43123 Parma
Tel. +39 0521 257161 - Fax +39 0521 257223

Links utili
Seminari ed eventi
Job Opportunities
Contatti
English version

ACCESSO AREA RISERVATA
Inserire i dati richiesti per accedere all’area per le aziende con informazioni e documenti riservati.



ACCESSO AREA AZIENDE IN VENDITA
PROCEDURE CONCORSUALI IN CORSO
INVESTMENT OPPORTUNITY

Questo sito utilizza cookie, per saperne di più clicca qui. Cliccando su ok accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.